Caso Xanitalia: le normative vanno rispettate

In riferimento alla protesta del presidente di Confindustria Pagliano per la mancata autorizzazione a Xanitalia di costruire sul terreno agricolo di proprietà dell’imprenditore Signoretti, vorremmo sottolineare che esiste una nuova normativa regionale in vigore da alcuni mesi che vieta di costruire su terreni agricoli, a meno che non si tratti di scuole o ospedali. Una delle poche regole in difesa del territorio che non deve certo essere stravolta per salvaguardare interessi personali, anche se con l’alibi di interessi comuni e difesa dei posti di lavoro. L’imprenditore Signoretti prima di minacciare di abbandonare la città verso lidi più disponibili, dovrebbe spiegare per quale motivo si è lanciato a comprare dei terreni agricoli invece di quelli proprio davanti alla sua azienda, che sono terreni con una destinazione d’uso per l’edilizia industriale.

Altri imprenditori hanno già investito adeguandosi alle norme che gestiscono un bene comune come il territorio e il paesaggio senza cercare scappatoie speculative.

Confindustria dovrebbe tutelare tutti i suoi aderenti, non solo Xanitalia, ma soprattutto chi ha acquistato i territori edificabili sulla Montelabbatese, che costano molto più dei terreni agricoli e su cui i proprietari pagano ogni anno tasse molto alte, e dovrebbe inoltre invitare quei pochi industriali disposti ad ampliare le loro aziende a costruire solo dove è consentito.

Non capiamo per quale motivo Signoretti pretenda un trattamento diverso, né perché Confindustria dovrebbe sostenerlo, discriminando così chi tra i suoi
associati ha seguito una prassi legale.

Non capiamo nemmeno per quale motivo un consigliere comunale debba chiedere una deroga a questa legge urbanistica regionale per ottenere una variante al piano regolatore, né tantomeno perché un sindacalista della UIL prima di preoccuparsi delle condizioni di lavoro dei dipendenti Xanitalia si preoccupi del portafoglio del titolare.

Evidentemente l’educazione civica e il rispetto del bene comune sono valori che non appartengono a tutti.

Legambiente Pesaro – La Lupus in Fabula – Italia Nostra Pesaro – WWF Pesaro – Circolo Rosso&Verde – Democrazia Diretta – Liste Civiche Marche – Movimento Cinque Stelle Pesaro – Liberi per Pesaro

Se ti piace, condividilo con il Mondo!
This entry was posted in Sviluppo Sostenibile. Bookmark the permalink.

Comments are closed.